Implantologia





Protesi dentale o Implantologia dentale?

L’implantologia, branca dell’odontoiatria, offre attualmente un rimedio definitivo al problema dell’edentulismo o edentulia (mancanza dei denti precoce o senile, totale o parziale), avvalendosi di tecniche e materiali sempre più sofisticati dalle applicazioni a invasività ridottissima. In generale si tratta di inserire delle radici di sintesi, o pilastro endosseo, all’interno del tessuto osseo sub gengivale.

Tali radici, ben ancorate con un sistema a viti o cilindri, sosterranno singoli denti, o gruppi dentali. Sono almeno tre le ragioni per le quali un paziente edentulo (privo di uno o più denti) dovrebbe ricorrere ad un intervento di implantologia: la possibilità di masticare il cibo nel modo corretto, il giusto assetto posturale (garantito anche dall’allineamento dentale) e, infine, l’aspetto estetico.

Anche se molti pazienti al giorno d’oggi tendono erroneamente a considerare di più quest’ultimo, non andrebbero invece trascurati i primi due, poiché influenzano l’uno la buona digestione dei cibi e, di conseguenza, una corretta assimilazione, l’altro la postura corretta del corpo, col vantaggio di prevenire patologie muscolo-scheletriche non di poco conto.

Se infatti i condili mandibolari non riescono a lavorare in equilibrio, a causa della mancanza di denti sull’arcata di sinistra e di destra, o di entrambe, i sensori statico-oculari, preposti al contro bilanciamento della mandibola, portano a piegare il capo in una direzione o nell’altra. La colonna vertebrale segue i movimenti della testa e si crea un disequilibrio a catena che giunge fino ai piedi.

Va inoltre ricordato il ruolo dei denti nella corretta emissione dei suoni, essendo parte integrante del sistema fonatorio, quindi ogni tipo di cura funzionale sull’apparato dentale porterà ad una migliore dizione.
L’implantologia dentale permette di impiantare denti nuovi nelle gengive generando un processo di osteointegrazione, cioè saranno a tutti gli effetti denti veri e non palliativi come le vecchie dentiere, che tra l’altro presentavano l’antiestetico problema di dover essere rimosse. Inoltre, i denti adiacenti agli spazi da colmare non saranno coinvolti nel corso dell’intervento.

I denti impiantati sono di materiale biocompatibile e quindi non generano problemi di rigetto, infatti, attraverso un neo accrescimento osseo, si radicano nella gengiva risultando infine naturali. Il titanio puro si è rivelato prezioso per questo genere di impianti. Può essere ricoperto di ceramica di idrossilapatite che, per la presenza di calcio e fosfati, induce la rigenerazione ossea. Lo specialista può intervenire attraverso un processo monofasico o, in alternativa, bifasico.

Nel primo caso l’impianto viene applicato contemporaneamente alle membrane atte ad aumentare la quantità ossea; nel secondo caso si procede prima con l’aumento della disponibilità ossea per ancorare gli impianti e poi, in un secondo intervento, si incorpora l’impianto. Per condurre l’operazione con buon esito occorre una valutazione preliminare, sia delle condizioni del tessuto osseo su cui si andrà a fissare l’impianto sia delle condizioni di salute del paziente, che devono essere espresse in dettaglio.

In particolare, vanno valutate con attenzione le strutture anatomiche mandibolari, l’osso inferiore e il nervo alveolare, e la cavità pneumatica dell’arcata superiore della mascella. Le tecniche radiografiche a disposizione consentono oggi un’analisi esatta in funzione delle misure dell’impianto e della protesi seguente. L’operazione, di facile esecuzione, si svolge sotto anestesia locale ed è indolore.

Generalmente la riuscita dell’intervento è quasi al 100%; le rare condizioni negative si verificano talvolta proprio quando è venuta a mancare un’esatta informazione preliminare da parte del paziente nei confronti dello specialista curante. È per tale motivo che l’intervento implantologico deve necessariamente essere eseguito dalle mani esperte di un dentista munito di specializzazione in Implantologia.



home page paura del dentista
all on four all on four varese